Il comparto italiano dell’auto vale un fatturato di 93 miliardi di euro, 5,6% del Pil, 5.700 imprese e 250 mila occupati, il 7% di tutta la forza lavoro dell’industria manifatturiera italiana. Bilancio a 4Ruote, uno studio realizzato da Cassa depositi e prestiti, dalla Sace Simest e dall’Anfia, in collaborazione con la società di consulenza AlixPartners, fornisce anche un’analisi dei bilanci dei primi 50 operatori.

Nell’automotive, in termini di indotto, a ogni addetto diretto corrispondono più di tre lavoratori indiretti (3,2). Sulla base dei trend riscontrati tra il 2015 e il 2017 per aree geografiche, i primi 50 operatori italiani crescono più dei loro concorrenti esteri con un aumento medio del fatturato del 10,9% e della redditività del 10,8%.

La spesa attesa per lo sviluppo di veicoli elettrici al 2023 è di 255 miliardi di $. Il primo paese produttore è la Cina con 24,81 milioni di autovetture, seguito dal Giappone con 8,35 milioni e dalla Germania con 5,65.

Tempo di lettura stimato: 0 minuti